L’Italia comanda Eutm Somalia

82

SOMALIA – Mogadiscio 14/02/2014. La presenza dell’Italia in Somalia è confermata.

È infatti un italiano a sostituire il Generale di Brigata irlandese Gerald Aherne al comando della missione europea di addestramento EUTM SOMALIA – European Union Traing Mission Somalia. Si tratta del Generale Massimo Mingiardi, che ha ricoperto sino a questo nuovo incarico la mansione di Vice Comandante della Scuola di Fanteria di Cesano e prima ancora quello di comandante della brigata paracadutisti Folgore. Il Generale Mingiardi non è un volto sconosciuto a Mogadiscio, nel 1993 era infatti comandante della  compagnia del 186° reggimento Folgore durante l’operazione Ibis.

La missione EUTM  è partita nell’aprile del  2010 con l’obiettivo di contribuire al rafforzamento del Governo Federale di Transizione e delle istituzioni locali rispondendo alle necessità della popolazione somala attraverso anche l’addestramento dei militare. Dal 2010 sono stati formati oltre 3600 ufficiali, sottufficiali, specialisti e formatori in collaborazione con le Forze di Difesa  dell’Uganda che si oppone insieme alle truppe dell’Unione Africana all’azione dei militanti qaedisti shabab.  La missione inizialmente schierata in Uganda, Mission HeadQuarters (MHQ) presso la capitale Kampala, con una base addestrativa (Training Camp) a Bihanga (250 km a ovest di Kampala) ed un ufficio di collegamento a Nairobi, in Kenia dal dicembre scorso è stata definitivamente trasferita a Mogadiscio.

L’Italia con il personale dell’Esercito Italiano e dell’Arma dei Carabinieri fornisce circa il 50% del personale, proveniente da 9 diverse Nazioni dell’Unione Europea e dalla Serbia tra cui il Comandante della missione Generale Mingiardi, il Vice Comandante Colonnello Lorenzo Cucciniello, a Mogadiscio dal settembre scorso, il personale del Security Support Element costituito da paracadutisti del 186 reggimento della Brigata “Folgore”, responsabili della sicurezza e numerosi Trainers,   Mentors e Advisors tra cui il Consigliere strategico del Ministro della Difesa. Entro la fine di febbraio prenderanno il via i corsi del programma “Train the trainers”, che vede impiegati 8 istruttori italiani, attraverso il quale verranno formati gli istruttori dell’esercito somalo destinati ad addestrare i loro stessi colleghi.

Alla cerimonia oltre al Comandante del comando Operativo di Vertice Interforze (COI), Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini erano presenti il Contrammiraglio Bruce Williams, Vice Direttore Generale e Capo di Stato Maggiore dello staff militare dell’Unione Europea, l’Ambasciatore Michele Cervone D’urso, inviato speciale dell’Unione Europea in Somalia,  l’Ambasciatore Italiano per la Somalia Andrea Mazzella; tra le autorità somale il Ministro della Difesa somalo Mohamed Sheikh Hassan Hamud, il Comandante delle Forze Armate Generale Dahir Adan Elmi e Musse Abdulle Mohamud, Segretario Permanente del Ministero della Difesa.