Energie rinnovabili: il Mena in crescita

26

ITALIA – Roma 02/06/13. Secondo il Renewable Energy Country Attractiveness Indices di Ernst & Young, l’Arabia Saudita, l’Egitto e il Marocco sono gli Stati capofila del Mena in tema di energie rinnovabili.

L’ultima edizione di questo rapporto trimestrale mostra che tutti e tre i paesi si piazzano ai vertici della classifica per l’energia eolica e solare, nonché per tutti gli indici rinnovabili, divenendo così un punto di riferimento per il resto della regione. Il Renewable Energy Country Attractiveness Indices di Ernst & Young classifica quaranta paesi in base al loro mercato delle energie rinnovabili su base trimestrale. Il rapporto analizza in profondità le singole tecnologie di ciascun paese, le sue infrastrutture rinnovabili, indici eolici e solari. Inoltre, lo studio fornisce ai lettori analisi del mercato delle energie rinnovabili, delle recenti tendenze e anticipazioni, e le sfide e le prospettive future. Oltre a Egitto e Arabia Saudita, e all’avanzamento del Marocco, gli Emirati Arabi Uniti si sono piazzati al vertice della classifica. Per quel che riguarda l’Eau, l’indice solare è stato quello che li ha fatta balzare in avanti: Eau si è piazzato al 12esimo posto. Il Fondo per lo Sviluppo di Abu Dhabi ha fatto un importante prestito agevolato di 250 milioni di dollari per aiutare il governo nello sviluppo di progetti di rinnovabili nei paesi in via di sviluppo Lo stesso indice solare mostra che l’Arabia Saudita è passata dal 14° a 12°, dopo il recente annuncio della municipalità della Mecca di costruire un impianto di energia solare. L’iniziativa, annunciata nel 4 ° trimestre 2012, renderebbe la Mecca la prima città in Arabia Saudita a sviluppare un progetto di energia rinnovabile. La società reale Idea Polysilicon Company  (Ipc) ha in programma di ottenere finanziamenti per il suo progetto di sviluppo a Yanbu entro la fine del 2013. Il progetto, che costerà 1,1 miliardi dollari, punta a produrre 10mila tonnellate di polisilicio e 800 megawatt di wafer solari all’anno, che verranno utilizzati per la produzione di pannelli solari per l’intera regione del Medio Oriente. L’Egitto è salito in classifica di un punto sull’indice eolico onshore. L’incremento è attribuito al recente annuncio del Cairo di un’asta per il diritto di uso del suolo nel Golfo di Suez, al fine di costruire impianti eolici, che avranno una capacità di fino a 600 Mw. Il Marocco è salito nel “All Renewables Index”, che fornisce un punteggio complessivo per ogni paese su tutte le tecnologie di energia rinnovabile. Questo aumento è attribuito a una serie di nuove iniziative di Rabat. Il Marocco ha recentemente annunciato di voler installare impianti eolici e solari per 4Gw entro il 2020 e la recente espansione della sua rete di condotte significa che i suoi piani sono attivi. Inoltre, nel IV trimestre 2012, il governo marocchino aveva accettato di finanziare la prima fase da 160 Mw del suo impianto principale di Ouarzazate Csp e sta cercando di passare alla seconda fase, entro la fine del 2013. Ci sono anche piani per un ulteriore sito, previsto nel 2014. Ufficio nazionale del Marocco per l’elettricità e l’acqua ha anche in programma un progetto eolico, composto di cinque parchi separati.