Vedove nere, terrore di Sochi

57

RUSSIA – Sochi. 25/01/14. Secondo il senior editor della rivista Trend, Claude Salhani, osservando i preparativi delle olimpiadi si potrebbe pensare che la Russia e gli Stati Uniti si stanno preparando per una guerra su vasta scala piuttosto che a un evento sportivo.

La Russia, afferma l’analista dell’agenzia di stampa del Caucaso, sta implementando: gli S-400 state-of- the-art, missili, in grado di abbattere gli aerei volano basso, tra cui aerei passeggeri che potrebbero essere stati dirottati. E ancora: Sottomarini pattugliamento nel Mar Nero; circa 40.000 addetti alla sicurezza armati. E ha mobilitato la sua forza d’elite, il Spetsnaz. Infine non mancheranno i droni che volano con in testa telecamere accese consentendo al personale di sicurezza di monitorare tutti gli angoli del villaggio olimpico.

Gli Stati Uniti non sono da meno: sono pronte due navi da guerra che rimarranno in stand-by durante i Giochi per il pattugliamento della costa russa. Gli aerei da guerra statunitensi saranno in piena allerta in aeroporti in prossimità della costa russa e la città olimpica e pronti a decollare in caso di allerta. Due le imprese di sicurezza, private, statunitense coinvolte per garantire con aerei, la sicurezza degli atleti, (di solito ex forze speciali, personale con anni di esperienza in situazioni di combattimento reale). Pronti piani di emergenza per evacuare i circa 200 atleti americani dal paese. Alcuni rapporti dicono che gli agenti dell’FBI saranno – o lo sono già – in loco per fornire una protezione per i membri del Team America. Il dipartimento di Stato americano ha segnalato che vuole inviare agenti di sicurezza con la squadra degli Stati Uniti.

Senza dubbio gli altri paesi stanno inviando i loro esperti di sicurezza.

Con tutta questa preparazione militare si farebbe immagine che i russi si preparano a respingere una grande offensiva o che gli Stati Uniti si sta preparando per una invasione. Ma in realtà si tratta di elevata prudenza per i preparativi per i Giochi Olimpici Invernali che si terranno a Sochi, in Russia. Games che si terranno sotto la minaccia di un potenziale attacco terroristico.

I gruppi terroristici islamici che operano nel Caucaso settentrionale hanno minacciato di compiere attentati durante i Giochi. Le forze di sicurezza russe sono attualmente alla ricerca di tre donne, sospettate di terrorismo. Sembra che stiano preparando un attentato suicida. Le donne di solito sono le mogli di uomini uccisi dalle forze di sicurezza russe, chiamate come le vedove nere.

Una massiccia spazzata di sicurezza è attualmente in corso da parte delle forze dell’antiterrorismo russo.
«Cercheremo di rendere le misure di sicurezza non invadenti o troppo vistose, per gli atleti, ospiti e giornalisti delle Olimpiadi», ha detto Putin . «Ma allo stesso tempo, faremo del nostro meglio per garantire che siano efficaci». Le autorità russe hanno stabilito una grande zona di sicurezza intorno a Sochi, schierato migliaia di poliziotti supplementari e le truppe, e stanno spendendo miliardi di dollari per mettere in sicurezza l’evento. Mentre l’attenzione del mondo sarà focalizzata sugli eventi sportivi e il paese in cui va a casa con il più oro nel corso delle prossime settimane, i governi e specialisti della sicurezza si concentreranno su ciò che accade dietro le quinte». Per il presidente russo Vladimir Putin la vittoria più grande sarà quella di allontanarsi dai giochi senza incidenti.