Dopo Sochi, Almaty?

70

RUSSIA – Sochi 21/02/2014. Almaty ha la maggior parte delle location adatte per ospitare le Olimpiadi invernali del 2022 e avrebbe speso solo una frazione di quello che ha investito la Russia per i Giochi di Sochi, lo ha detto Andrey Kryukov, membro del Consiglio olimpico kazako, il 20 febbraio.

Almaty, uno dei cinque candidati per il 2022, si candida per la seconda volta dopo non essere riuscita per i Giochi 2014, andati a Sochi. Almaty, capitale commerciale della ex repubblica sovietica ricca di petrolio dell’Asia centrale, ha ospitato i Giochi Asiatici Invernali nel 2011 e ospipeterà le Universiadi Invernali nel 2017. I funzionari kazaki hanno detto che otto delle 12 sedi necessarie per le Olimpiadi sono già pronte e 10 saranno completate entro il 2017. Kryukov (a destra) ha confermato che Almaty potrà contare sulle location esistenti, a differenza di Sochi, che ha costruito tutto da zero. Nel complesso l’edizione di Sochi è costata 51 miliardi di dollari, cifra che copre i costi diretti e i progetti di riqualificazione a lungo termine per la città del Mar Nero: «Il nostro budget sarà molte, molte volte più basso», ha detto Krjukov in una conferenza stampa «I bilanci operativi per i giochi di solito ammontano a circa 2-3 miliardi di dollari» ha poi aggiunto. Almaty è in competizione con Pechino, Cracovia, Polonia; Lviv, in Ucraina e Oslo, in Norvegia. Se Almaty era un outsider per il 2014, adesso è un serio contendente. Il Cio emetterà l’elenco dei finalisti tra l’8 e il 9 luglio 2014 e sceglierà la città vincitrice il 31 luglio 2015. Il team di Almaty include anche Denis Ten, pattinatrice kazaka che ha vinto la medaglia di bronzo a Sochi. Come per i Giochi di Sochi, ha detto Ten, le Olimpiadi di Almaty potrebbero dimostrare come «possa essere trasformata la vita di un’intera regione». Almaty ha già un nuovo complesso di salto con gli sci vicino al centro città. Si prevede inoltre di utilizzare il famoso ovale ad alta quota per il pattinaggio di velocità nella periferia di Almaty, che ha prodotto più di 100 record mondiali durante l’era sovietica. I luoghi ove tenere le gare sciistiche  sono raggiungibili da Almaty in 30 minuti. La città kazaka potrebbe anche costruire un parco olimpico ai margini della città, comprendente un villaggio atleti, un centro multimediale e un impianto per curling e pattinaggio di figura.