Socar progetta una nuova raffineria

121

AZERBAIJAN – Baku 10/04/2014. La Socar ha annunciato che i lavori di ammodernamento della raffineria Haidar Aliyev proseguono sul settore del cracking catalitico, che produce benzina ad alto numero di ottani.

Il lavoro sulla modernizzazione della complesso permetterà di aumentare la sua capacità di e la produzione di benzina arrivando a 450mila tonnellate.
L’Azerbaigian per la prima volta si confronta con il fatto che il consumo di benzina è uguale alla sua produzione; si tratta di un dato legato al crescente numero di autoveicoli nel paese. I lavori in corso per l’ammodernamento e la ricostruzione dei grandi impianti presso è necessario per aumentare gli indicatori quantitativi e qualitativi della benzina prodotta.
La Compagnia Petrolifera Statale dell’Azerbaigian, la Socar appunto, è l’unico produttore di prodotti petroliferi e ha due raffinerie: una di questi è la Heydar Aliyev, che concentra la sua produzione sui prodotti petrolchimici; mentre la seconda è la raffineria Azneftyag che produce prodotti petroliferi scuri. La capacità totale di questi due impianti è di 16 milioni di tonnellate di petrolio all’anno.
Entrambi gli impianti sono stati costruiti e messi in opera nel periodo sovietico, e hanno bisogno ora di opera di ammodernamento e ristrutturazione. Inoltre, Socar progetta di costruire un nuovo complesso per la raffinazione di petrolio e gas e la produzione petrolchimica, al fine di migliorare la situazione dell’ambiente a Baku , nonché soddisfare la crescente domanda di prodotti petroliferi. Il complesso sarà situato a 60 km da Baku.