Siria, turchi e curdi si contendono Manbij

78

La comunicazione di ISIS vuole sconfessare i media occidentali e arabi che danno Daesh come morente. E lo fa con il ritorno della classifica dei migliori video editi al Hayat Media Center del mese di febbraio, Top Ten, che di solito è anticipazione dell’uscita della rivista al Rumiyah, nelle lingue del califfato tranne l’arabo. Come a dire ci siamo ancora e tutto procede come sempre. Da account di attivisti siriani scopriamo che i combattenti ribelli siriani confluiti nello Scudo dell’Eufrate si arruolano per 200 dollari al mese.  Sempre più complicata la situazione siriana, si attende il passaggio di consegne tra curdi e esercito siriano a Manbiji per evitare un attacco turco, il tutto reso possibile da un accordo tra russi e curdi e Assad. Nonostante questo si registrano scontri tra ribelli affiliati ai turchi e curdi.  Le SDF hanno respinto gli attacchi del FSA su tre villaggi a ovest di Manbij e si sono riprese Jub al Hamir che avevano perso alcune ore prima. I turchi stanno inviando carri armati verso il confine.  Molti cittadini avrebbero iniziato a lasciare la zona di Manbij per Jarabulus dopo aver appreso dell’accordo che permette alle forze del regime di entrare nell’area. SAA avanza a est di Aleppo ha ripreso a Daesh Rasm al Kibar, Tell Maez e Abo Jibreen a est di Aleppo. Successivamente sono state catturate anche Qasr Hadah e Deir Hafer, Al Tawiat e Al Fatihiat e Abo Jadha Saghir. Ormai Assad si trova a circa 16km dal Lago Assad e ha liberato solo sabato 30 villaggi a est di Aleppo per circa 250 km quadrati. A Daesh però non sembrano mancare missili anti carro: cinque carri armati del regime distrutti o danneggiati a est di Aleppo. Scontri si registrano a Kwers. Dall’Iraq si apprende via social che ancora le zone più colpite da attacchi ISIS sono la zona sud dell’aeroporto di Mosul Gazlani e nella zona sud ovest a Tayaran e Wadi Hajar. ISIS nella giornata di sabato ha compiuto 5 attentati suicida contro raduni di di militari sciiti. Gli americani hanno bombardato Mosul provocando la morte di 36 persone e il ferimento di altre 76. La polizia federale sostiene di progredire a Ayman, Mosul dove ha ucciso 16 uomini di ISIS. Attaccata da Daesh una caserma a Sakkar, ovest di Rutbah, Anbar: 6 soldati uccisi e caserma incendiata.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su Tabook.it