SIRIA. Si prepara l’attacco finale finale Raqqa

564

Via A’maq ISIS lamenta che i recenti bombardamenti aerei USA su Mosul hanno ucciso 9 residenti e ferito 27 persone. Il fatto è che ISIS resiste ma in una sacca sul lato destro della città. Resistenza che è molto feroce. Non solo, nella giornata del 28 aprile ISIS afferma di aver fatto un attacco anche nella zona sinistra della città, in mano all’esercito iracheno, che però non ha ancora il pieno controllo della situazione.

L’esercito iracheno smentisce che ISIS avrebbe colpito il lato sinistro della città. Un altro attacco favorevole a ISIS vede passare di mano dall’esercito iracheno a ISIS due posizioni nell’area di Bab al Tub, sul lato destro della città. La versione di ISIS sull’aggressione è la seguente: «Il comandante della XVIII Brigata della polizia federale Rafida viene ucciso e diverse posizioni vengono ripristinate nel lato destro di Mosul. Dopo aver riposto fiducia in Allah, i soldati Califfato hanno fatto un attacco alle posizioni della polizia federale Rafidi alla periferia dei due quartieri di Bab at-Tub e di Bab Jadid nel lato destro della città. Gli scontri hanno provocato l’uccisione del comandante della XVIII brigata, il funzionario del personale di COL Khidr Wadi al-Murshidi e molti addetti, il ferimento di alcuni di loro, la fuga di altri e il controllo di diverse posizioni alla periferia di Bab Jadid è stato preso dai combattenti di ISIS, e tutta la lode è dovuta a Allah, Signore dei mondi».

Droni killer di ISIS in funzione a Umm al Sultan, al Hadr sud di Ninive feriscono due militari. In Siria, Assad sostenuto da raid russi continua a distruggere gli ospedali, 8  nella provincia di Idlib nel solo mese di aprile. Obiettivo: impedire la cura dei feriti di guerra. Più combattenti muoiono, più probabilità ha Assad di vincere questa guerra. Idlib è oramai nel mirino di Assad dopo che le sacche di resistenza a Damasco e ora Aleppo sono quasi crollate. A Idlib Assad ci va pesante, Il villaggio di Sarmin è stato fortemente bombardato da missili nella notte di ieri due civli morti e molti i feriti. Bombardato anche Kaf Takharem dove l’obiettivo era l’ospedale. Ancora gas tossico usato a Khan Sheykhun attaccata da jets russi.

Oggi HTS è stata duramente attaccata anche a Damasco assediata da Assad e Jaysh al Islam che ha ucciso il leader di Faylaq Rahman che combatte al fianco di HTS. Qualche giorno fa HTS era stata a sua volta attaccata da ISIS a Yarmouk. Il regime oggi ha usato la mano pesante anche a Qabun dove hanno ripreso il controllo della centrale elettrica. Jaysh al Islam (alleato di Assad) avanza a Hafez zona del fronte di Tishreen. 10 i morti. Truppe USA sono arrivate a Tal Abyad insieme a mezzi YPG passate dai confini turchi quelli che ieri sono stati bombardati dai turchi. Molti attivisti via social hanno pensato si trattasse di una risposta USA a Erdogan, ma è molto più probabile che sia iniziata la fase avanzata dell’attacco a Raqqa. ISIS il 209 aprile ha chiamato alle armi i cittadini, con i megafoni, tutti tranne le donne. Ha chiuso una strada: al Romania che collega la zona ovest della provincia. Dall’altra parte YPG ha lasciato tutti i quartier generali: Hamam e al Torkman nella zona di Raqqa, ma non si sa dove siano andati. Il fatto è che la loro gente è rimasta in città. Quindi non si tratta di una evacuazione ma di uno spostamento truppe.

La coalizione internazionale poi dal 28 aprile sta bombardando ininterrottamente da ieri Tabqa. Forti bombardamenti oggi si sono registrati ad Aleppo ovest sulla moschea e sulla centrale elettrica. Scontri tra i ribelli e Assad si registrano a Tal Mutah. ISIS invece posta foto dell’attacco con colpi di mortaio da 120 a Jarrah ovest dell’aeroporto di Aleppo. Nella zona nord invece molti bambini muoiono o restano feriti dopo essere caduti in un campo minato. Assad ha incrementato gli attacchi a al Lataminah, Hama facendo arrivare nuovi mezzi e carri armati, e sempre molto forti gli scontri a al Massasnah, in report matta della situazione. Assad sta riprendendo terreno a scapito di HTS. 240 km ripresi da quando ha iniziato la controffensiva.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it