23 autobombe IS colpiscono Marea

5

SIRIA – Aleppo 14/09/2015. Sei genieri dello Stato Islamico sono rimasti uccisi mentre stavano preparando un mezzo da far esplodere contro i ribelli nella città di Marea, distante 25 km a nord di Aleppo.

Secondo quanto riportato dal sito di notizie Zaman al-Wasl, il 14 settembre, si tratta degli ultimi episodi di una campagna lunga ormai un mese volta a spezzare la resistenza di Marea attraverso autobombe multiple. «Hanno colpito Marea con più di 23 autobombe in meno di un mese» ha detto Madar Najjar, comandante di al-Jabha a-Shamiya, una delle fazioni dominanti la città, nel corso di una conferenza stampa sulla situazione dei civili ad Aleppo, la scorsa settimana, ripresa da Orient News. Le “autobomba” di Daash vengono lanciate in attacchi suicidi contro le posizioni nemiche, o lasciati come trappole esplosive all’interno città e paesi in mano ai ribelli; hanno un duplice scopo: polverizzare le linee difensive dell’avversario, e terrorizzare i civili.