Furiosi scontri tra ISIS e YPG

66

LIBANO – Beirut. 03/03/15. Secondo il libanese The Daily Star, le forze del regime siriano e le milizie curda hanno combattuto battaglie con forze dello Stato islamico vicino ai confini iracheni e turchi.

Le forze fedeli al presidente Bashar Assad e e curde Ypg hanno lanciato offensive coordinate contro Isis nella provincia nord-orientale di Hassakeh.
Dopo tre giorni di scontri, le forze del regime e i curdi controllavano 23 villaggi nel centro della provincia sotto controllo dello Stato Islamico, riportava l’agenzia siriana Sana che portava a 31 il numero dei villaggi conquistati.
L’offensiva dell’esercito dovrebbe continuare fino al completo controllo della strada principale che collega Hassakeh con la città di Qamishli.
Le forze Ypg insieme a gruppi tribali arabi combattevano nei pressi del villaggio di Tal Tamr a sud-ovest di Hassakeh. Il portavoce Ypg Redur Khalil ha confermato che i combattenti curdi stavano conducendo operazioni “hit & run” contro quelle dello Stato Islamico su due fronti: Tal Tamr e Tal Brak, città tra Hassakeh e Qamishli. Lo Stato islamico aveva lanciato un attacco la scorsa settimana sulle aree intorno a Tal Tamr rapendo 220 assiri cristiani da 11 villaggi, 19 di loro sono stati liberati il 1° marzo dopo l pagamento di riscatti. Per il controllo della provincia di Hassakeh combattono quindi tre forme militari: Isis, esercito regolare e Ypg, con sovrapposizioni e combattimenti in un certo numero di punti. Le forze governative si ritirarono da gran parte della provincia dopo l’inizio della rivolta in Siria nel marzo 2011: l’area è di importanza strategica perché confina con Turchia e Iraq.