SIRIA. ISIS invita i suoi a guardare la distruzione di HTS

178

Negli scorsi giorni sono stati postati molti canali Telegram, in numero imprecisato. Erano giorni che non si assisteva a una produzione di questi canali in lingua inglese, in arabo, in lingua curda e quelli per il mondo indonesiano. 

In tema di comunicazione spicciola, Isis ha postato un’infografica sugli attacchi suicidi di Isis avvenuti nel mese di settembre: 76 tra Siria e Iraq. E continua a pubblicare la traduzione in lingua inglese dell’infografica dedicata all’attacco a Las Vegas, che presto verrà inserita nel numero 14 di Rumiyah.

E ancora ritornano in rete, le grafiche in cui Isis annuncia la vittoria nonostante l’Alleanza. Più che di semplici immagini grafiche, si tratta di sviluppi grafici per poster da 100 x170, cartellonistica stradale quindi. Si tratta di elaborazioni simili a quelle che si vedevano nei primi reportage dello Stato Islamico dalle città conquistate.

E ancora, è tornato il Daily Report sotto il nome di: Storm; un omaggio alle tempeste e uragani che hanno flagellato le coste americane e che ancora imperversano in Sud America. Tempeste che Isis legge come punizioni divine contro i non credenti. Tra le curiosità un video che, secondo Isis, è realizzato dai bambini dello Stato Islamico: si tratterebbe di un’automobile giocattolo che viene fatta esplodere in un edificio abbandonato. E ancora, Isis invita i fedelissimi a non credere a quanto scritto dagli sciiti attraverso twitter, perché sono dei mistificatori, ISIS ama la città di Hawijah e combatterà fino alla morte o alla vittoria.

Sempre in tema di attualità, Isis suggerisce al suo popolo on line di mettersi comodi e guardare la fine di Hts dalla poltrona di casa mangiando pop corn. Hts farà la fine dei ribelli di Aleppo, prima corteggiati dalla Turchia poi sterminati dai russi e dai turchi. Grande polemica è stata fatta in merito a una grafica che lo Scudo dell’Eufrate avrebbe utilizzato per la sua campagna mediatica della battaglia di Idlib. Secondo Isis infatti si tratterebbe di una grafica con una frase di al Adnani, e quindi originaria dello Stato Islamico.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. È possibile acquistare il libro su Tabook.it