SIRIA. I turchi attaccano i curdi ad Aleppo

127

ISIS ritorna a colpire Tikrit. Prima attacca i blocchi stradali tra Ein al-Faris e la città di Tikrit, poi riesce a infiltrare due attentatori all’interno del quartier generale di X reggimento della polizia di emergenza. Comincia un conflitto a fuoco tra gli attentatori e la polizia dove un attentatore viene ucciso mentre l’altro, finite le munizioni, si fa esplodere.

Successivamente viene mandata un’autobomba mentre gli iracheni tentavano di soccorrere i feriti. Ancora una volta l’obiettivo non era conquistare una zona, una località ma: uccidere e creare il panico tra i militari. Altra zona martoriata è stata al Hadr, siamo a Mosul, in modo particolare in un villaggio a ovest della città strategico e di passaggio: Umm al -Sultan. Tre gli attentati suicidi nella zona tutti mirati contro i soldati e volti a aprire un varco per dare modo a ISIS di far passare mezzi e uomini in direzione Mosul.

Nella giornata del 26 aprile poi ISIS ha rivendicato la presa di due posizioni a Bab al Tub sul lato destro della città. Preso di mira e ucciso un leader delle milizie sciite sciite con 4 soldati della scorta nella zona nord di Baghdad.

In Siria, mentre i russi sostengono di aver cacciato definitivamente ISIS da Homs e Hama, e gli attivisti dicono che a Homs sono in corso combattimenti. Assad bombarda Aleppo, Hama, Idlib e Damasco, Scontri molti feroci tra Assad e i ribelli a Qabun, Damasco e a nord di Hama. A Raqqa continuano gli scontri soprattutto a Nord e a Tabqa tra ISIS e i curdi appoggiati dagli USA.

Mentre a fare scalpore la notizia, 26 aprile, che rischia di far saltare equilibri delicati, è l’attacco dei Turchi contro le basi dei curdi in Siria sul confine turco: YPG e PKK. Alle 10.48 del 26 aprile il primo post parla di attacco in località Afrin. Nel frattempo si apprende che 1500 uomini addestrati dai curdi sono stati mandati ad al Bab. L’esercito turco sempre in mattinata dopo le 11. Ha bombardato posizioni SDF e YPG a a Farrork, Para Baba e  il ponte di Hashraka, e ancora Afrin a nord di Aleppo. Gli americani lamentano di essere stati tagliati fuori dai Turchi in questa battaglia. Ma non è finita i turchi hanno nuovamente bombardato questa volta a 30 km da al Hasakah, Darbasiyah, il quartier generale YPG.

Ricordiamo che Aleppo è contesa tra Assad e Erdogan/FSA da sempre. A Jarablus intanto è stata issata foto gigante di Erdogan nell’ospedale della città oramai città turca.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.

È possibile acquistare il libro su Tabook.it