Jihadisti francesi in Siria

36

FRANCIA – Parigi 23/04/2014. Tra 500 e 700 giovani francesi o residenti in Francia, sono partiti per la Siria per unirsi ai gruppi jihadisti che intendono rovesciare il governo siriano.

La questione è riesplosa ancora una volta dopo le dichiarazioni di quattro giornalisti rapiti da questi gruppi in Siria secondo cui vi erano francofoni tra i rapitori. Laurent Fabius, ministro degli Affari esteri, ha ammesso che i giovani francesi in partenza per la Siria sono in numero crescente. Fabius ha detto che circa 500 francesi hanno aderito alla jihad, mentre il Ministero degli Interni stima un numero maggiore: 700 persone. Alcuni politici francesi imputano alla posizione della Francia sul conflitto siriano e al sostegno dato all’opposizione il motivo principale che spinge i giovani a unirsi a gruppi estremisti. La Francia è stata, infatti, la prima potenza europea che ha riconosciuto la Coalizione Nazionale siriana nel novembre 2012. Di fronte alla crescente preoccupazione per questo problema in Francia, il ministero degli Interni dovrebbe presentare il 23 aprile un piano per disciplinare la circolazione dei francesi in Siria. Secondo l’Osservatorio sulla laicità francese, il 90 per cento dei giovani è stato indottrinato attraverso Internet e la maggior parte proviene da famiglie atee.