SIRIA. Bombe e cecchini a Damasco Est

84

I ribelli continuano a rispondere come possono dalla sacca a est di Damasco, bombardando la capitale e hanno iniziato anche a usare i cecchini. A Damasco e vi è stato il bombardamento da est della capitale sui quartieri residenziali con 42 razzi nella giornata del 24 febbraio. 

Nella notte tra il 24 e il 25 febbraio, vi sono stati ancora bombardamenti pesanti con proiettili incendiari del governo siriano, sempre sulla sacca a est di Damasco. Secondo quanto indicato da un account locale, HTS avrebbe voluto evacuare est di Damasco verso Idlib, ma non senza i suoi prigionieri. Il problema è che Jaish al islam si è rifiutato di consegnare gli uomini di HTS che ha catturato e per questo motivo HTS ha deciso di rimanere. Secondo quanto indicato via social media, dozzine di soldati siriani sono rimasti uccisi o feriti a Hosh al Zawahra per un bombardamento errato di aereo del governo siriano, nella zona a est di Damasco.

Il governo siriano ha iniziato a rispondere e a mantenere sotto pressione i ribelli in tutte le altre zone. Continuano gli scontri interni ai ribelli tra HTS e il nuovo gruppo JTS (Jamat Tahrir Souriya, il fronte per la liberazione della Siria) formato principalmente da Ahrar al Sham e Noureddine al Zinki. HTS ha attaccato Jericho con artiglieria e carri armati per conquistarla con il supporto del Partito Islamico del Turkestan, TIP. 

Gli scontri sono stati molto sanguinosi e, secondo fonti social, oltre 250 militanti di HTS, Zinki e Ahrar al Sham sarebbero stati uccisi o feriti negli scontri degli ultimi giorni. La situazione dovrebbe peggiorare ulteriormente visto che, dopo il supporto a Jericho, il TIP è entrato nello scontro. In effetti, dopo aver avvertito Noureddine al Zinki e Ahrar al Sham, il TIP ha deciso di raggiungere HTS negli scontri nella zona di Idlib. Ad ogni modo, lo scontro sta lentamente smembrando HTS visto che almeno quattro fazioni di HTS hanno defezionato e raggiunto JTS. Dall’inizio degli scontri sarebbero almeno 12 le fazioni che hanno lasciato HTS dalla creazione del gruppo.

 Continuano, poi, anche gli scontri tra forze turche e milizie affiliate con lo YPG curdo nel cantone di Afrin. Le forze turche hanno ripreso intensi bombardamenti aerei su Jinderes (nella foto); hanno bombardato Rajo mentre sono continuati gli scontri con lo YPG nella zona di Sherran. 

Redazione