Rapporto SIPRI 2015

23

SVEZIA – Stoccolma 23/02/2016. Per il Sipri, l’Arabia Saudita è il più grande importatore di armi in Medio Oriente, e il secondo più grande al mondo, dopo l’India, con un incremento del 275 per cento nel periodo 2011-2015.

Tra il 2011-15, riporta l’annuale rapporto Sipri sull’import – export di armi nel mondo, l’Arabia Saudita è stato il secondo più grande importatore mondiale di armi, con un incremento del 275 per cento rispetto al 2006-10. Nello stesso periodo, le importazioni di armi da parte degli Emirati Arabi Uniti sono aumentate del 35 per cento e quelli dal Qatar sono aumentate del 279 per cento. Secondo i dati dello Stockholm International Peace Research Institute, riporta Sputnik, il 27 per cento dei trasferimenti di armi nella regione ha interessato l’Arabia Saudita, il 18 per cento gli Emirati Arabi Uniti e il 14 per cento la Turchia. Gli Stati Uniti sono stati il punto d’origine del 53 per cento delle forniture totali di armi nella regione, il Regno Unito del 9,6 per cento. Nel complesso, il volume del commercio di armi è aumentato del 14% in tutto il mondo. Ai primi sei posti dell’import di armi, per Sipri, in Asia, si piazzano India, Cina, Australia, Pakistan, Vietnam, Corea del Sud. In Africa, in testa ci sono Algeria e Marocco, poi l’Egitto. colpisce l’aumento in Azerbaijan e Messico.

Dall’altro lato, l’export, vede saldamente in testa Usa e Russia e terzo posto sul “podio” spetta alla Cina.