Arrestato fiancheggiatore DAESH a Singapore

8

SINGAPORE – Singapore 30/07/2016. Mohamad Shariff Zulfikar, nativo di Singapore, è stato arrestato per aver  appoggiato apertamente lo Stato islamico e aver contribuito alla radicalizzazione di altri cittadini di Singapore.

Nei confronti di Zulfikar (in apertura una sua foto del 2002), 44 anni, era stato emesso un ordine di arresto a luglio afferma il ministero degli Affari Interni (Mha) il 29 luglio, secondo Channel News Asia. Secondo il ministero, Zulfikar si era radicalizzato nel 2001, dopo aver letto il materiale jihadista; aveva appoggiato gruppi terroristici come Al-Qaeda e Jemaah Islamiyah, e sostenuto i musulmani a prendere le armi in Afghanistan dopo il 9/11. Dopo essersi trasferito in Australia con la sua famiglia nel 2002, Zulfikar era entrato in Hizb al-Tahrir. Secondo la sua pagina di Facebook, è un dotore di ricerca presso La Trobe University di Melbourne, Australia. È stato anche influenzato dagli insegnamenti di Anwar al-Awlaki, e aveva stabilito e mantenuto i contatti con i predicatori radicali in Australia e all’estero, come Musa Cerantonio e Anjem Choudary. Prima del suo arresto, ha postato «numerosi messaggi su Facebook glorificando e promuovendo Daesh e le sue azioni terroristiche», riporta il comunicato del Ministero.