Isis vuole attaccare Eilat

52

ISRAELE – Gerusalemme. 31/05/15. Fonti israeliane sostengono che l’organizzazione di Isis “in Sinai” andrà a Eilat. A riportare la notizia è stata la testata eremnews.com.

In un rapporto israeliano si afferma che i leader dell’organizzazione nel Sinai avevano contattato le loro controparti in Gaza, e che effettueranno attacchi contro il porto di Eilat e contro la sede di appartenenza alla Brigate “Qassam”.
Sostanzialmente ISIS-Egitto ha intenzione di espandersi a “Eilat”. In quell’area c’è un gruppo di fedeli a Daash che, prima del giuramento si chiamavano “Ansar Gerusalemme” e ora fusi in Daesh minacciano di lanciare attacchi contro il porto di Eilat e la Striscia di Gaza. sempre nel rapporto si legge che fino ad ora le operazioni di ISIS-Sinai si erano concentrate contro lo stato egiziano. Un rapporto del sito (Walla), testata giornalistica israeliana, sostiene che anche fonti arabe hanno informazioni al riguardo. Inoltre via social, da tempo circolano documenti che parlano della fine di Hamas. Del taglio dei finanziamenti dell’Iran ad Hamas. E ancora via social account affiliati allo Stato Islamico dicono che il leader di Hamas è vivo e stia trattando con ISIS. Fonti non verificabili. Secondo la testata israeliana
i leader dell’organizzazione nel Sinai avevano contattato le loro controparti nella Striscia di Gaza di recente, e sono in fase di attuazione di attacchi simultanei contro il porto di Eilat e contro la sede di appartenenza alla Brigate “Qassam” l’ala militare di Hamas nella Striscia di Gaza. Il leader del gruppo si chiamerebbe “Abu Usman Musli” e avrebbe postato dal suo account personale Facebook note sul reclutamento «ha cominciato a reclutare nuovi combattenti tra appartenenti al jihad in corso in Egitto, e tra i sostenitori dei Fratelli Musulmani» e che l’obiettivo è quello di lanciare attacchi contro gli obiettivi di esercito e polizia in Egitto, nonché appartenenti alle Izz el-Deen al-Qassam di obiettivi di Hamas. Il leader, via facebbok, ha sottolineato che l’esercito egiziano ha aumentato i controlli, di recente, nel nord del Sinai, nel tentativo di prevenire le operazioni terroristiche effettuate dall’organizzazione, e che due settimane fa è riuscito a eliminare i sette membri dell’organizzazione, utilizzando gli elicotteri “Apache”, sulla scia dei tre giudici egiziani uccisi dall’organizzazione. ISIS ha pubblicato sui canali you tube un video in cui chiede agli egiziani aderenti a ISIS di uccidere i giudici egiziani.