Silk Wind dentro il corridoio UE-Caucaso-Asia

80

KAZAKISTAN – Astana. 18/07/13. L’Azerbaigian è pronto a firmare un accordo intergovernativo sul progetto “Silk Wind” all’interno del corridoio del trasporto tra Europa-Caucaso-Asia (TRACECA), a darne notizia il Segretario Nazionale TRACECA Akif Mustafayev a Trend.

 

Azerbaigian, Kazakistan, Georgia e Turchia hanno firmato un memorandum sul progetto “Silk Wind” nel novembre 2012, iniziativa  che rientra all’interno del programma TRACECA.

Secondo Mustafayev, questo progetto di implementazione prevede il miglioramento delle condizioni di transito, così come la messa in cantiere di un unico vettore di trasporto dalla Cina al centro dell’Europa occidentale. Si tratta di una risposta concreta alla copertura del trasporto merci e del trasporto passeggeri. Mustafayev ha sottolineato che il Kazakistan, che è l’iniziatore della realizzazione del progetto, è pronto a firmare il documento. Il programma è stato concordato con tutti gli organismi in Azerbaigian. Ora la parola passa allaTurchia e alla Georgia, regimi in cui l’accordo deve essere approvato dai ministeri e le agenzie interessate.

Di conseguenza, l’accordo intergovernativo sarà firmato solo dopo che il processo di coordinamento sarà approvato in tutti i Paesi che partecipano al progetto. Si prevede entro il 2014. Il coinvolgimento di cargo container dalla Cina verso il corridoio TRACECA, così come il loro trasporto con la ferrovia Baku-Tbilisi-Kars non influenzerà il volume di trasbordo di petrolio verso i porti georgiani di Batumi e Poti, Mustafayev aggiunto.

«Il trasporto di merci container e passeggeri è attualmente previsto, che non interesserà il trasporto tradizionali (petrolio e prodotti petroliferi, merci varie e altro) attraverso il Mar Nero», ha detto Mustafayev.

Lo scopo del progetto “Silk Wind” è quello di creare un percorso di treno multimodale (contenitore / RO RO) con il sistema di scambio di informazioni primarie tra i servizi doganali e gli operatori ferroviari dei partecipanti al progetto. I paesi che partecipano al progetto hanno intenzione di introdurre una tariffa unica di trasporto del carico. TRACECA è il programma internazionale di cooperazione nel settore dei trasporti tra l’UE e i paesi partner in Europa orientale, Caucaso meridionale e dell’Asia centrale. L’organizzazione dispone di un segretariato permanente a Baku.

Gli Stati membri TRACECA sono: Azerbaijan, Bulgaria, Georgia, Kazakistan, Kirghizistan, Armenia, Moldavia, Romania, Tagikistan, Turchia, Turkmenistan, Ucraina, Iran.