Tunisia esplosioni al confine libico

43

TUNISIA – Tunisi. 08/12714. Cresce l’allerta in Tunisia, a dirlo, il portavoce ufficiale del Ministero della Difesa tunisino Belhassen Weslati. Ad innalzare l’allarme sicurezza le esplosioni vicino confine Tunisia- Libia. Confermando quanto dichiarato in precedenza dai media libici. Quattro le persone ferite.

Weslati ha aggiunto che «ci si aspettava scontro vicino al confine dopo l’assalto delle truppe del colonnello Khalifa Belqasim Haftar». Le esplosioni sono state sentite venerdì mattina, dall’interno territorio tunisino derivante dal bombardamento di aerei libici in posizioni confinanti tra Libai e Tunisia. A tre chilometri dal confine libico, secondo testimoni sul lato tunisino. Il Zuwarah Media Center ha riferito che aerei militari del “milizie Haftar e Zintan” hanno bombardato il comando di un battaglione nella parte superiore della zona, provocando la morte di una persona e ferendone altri tre. Inoltre, un portavoce del ministero della Difesa ha confermato che le sue forze avevano preso tutte le misure precauzionali, secondo le istruzioni in caso di crisi presieduta dal governo, in previsione di eventuali minacce per il paese. Le operazioni di passaggio al confine procedono in maniera regolare attraverso i due paesi,vi sarebbe un continuo afflusso di cittadini libici, a causa del deterioramento della situazione della sicurezza della Libia occidentale ancora.
Una agenzia di stampa tunisina ha citato il portavoce ufficiale tunisina ufficiale per il Ministero della Difesa Belhassen Weslati asserendo che: «le unità dell’esercito nazionali avevano intensificato le pattuglie militari e sorvoli di sorveglianza, ricognizione e valorizzare i punti di controllo sul confine meridionale del livello di zona cuscinetto militare per osservare dell’evoluzione della situazione della sicurezza in Libia».
È interessante notare che la cellula tunisina per affrontare situazioni di crisi è stata incaricata di seguire la situazione della sicurezza in Tunisia, in una riunione del 26 novembre scorso, la sicurezza e le forze militari da allora hanno aumentato il livello di allerta e sui valichi di frontiera con la Libia e prendere le misure necessarie richieste dagli interessi di sicurezza nazionale. Vi sarebbe stato anche un arresto di quattro elementi legati al “Ansar al-Sharia”. In un altro contesto, il Ministero degli Interni tunisino ha annunciato che l’unità speciale contro i reati di terrorismo e le unità della Guardia Nazionale nella provincia di Kairouan hanno catturato quattro elementi “terroristi” associati con un altro elemento, è stato arrestato in precedenza. Dal momento che il rovesciamento del regime deposto presidente Zine El Abidine Ben Ali, la Tunisia vivendo condizioni di sicurezza instabili legate a minacce interne ed esterne in particolare alle sue frontiere con la Libia e l’Algeria.