Cooperazione ittica Mazara – Malabo

41

ITALIA – Roma 28/04/0214. Nella residenza dell’ambasciatore guineano a Roma, Cecilia Obono Ndong, il Presidente della Guinea Equatoriale, Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, ha incontrato il presidente del distretto della Pesca-Cosvap, Giovanni Tumbiolo.

Obiang, a Roma insieme ad altri 31 capi di Stato invitati dal Vaticano in occasione della cerimonia di canonizzazione dei due Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, aveva ricevuto, lo scorso 5 febbraio a Malabo, Tumbiolo per la firma del protocollo di cooperazione nel settore della filiera ittica; l’accordo era stato firmato dal Ministro della Pesca della Guinea Equatoriale, Crescencio Tamarite Castaño, e lo stesso Tumbiolo. Il Presidente ha discusso del modello di sviluppo della blue economy da implementare in Guinea Equatoriale grazie al know-how fornito dalle imprese del distretto pesca siciliano. La Guinea Equatoriale dispone di grandi risorse marine possedendo una vastissima zona economica esclusiva di pesca; il suo territorio è costituito da una parte continentale, nella “pangea” Africana (Rio Muni, con capoluogo Bata, la città più grande del Paese), e da una parte, l’isola di Bioko (dove si trova la capitale Malabo). Pertanto la grande ricchezza d’acqua fa della Guinea Equatoriale un paese strategico in materia di risorse agro-ittiche alimentari che potranno essere sviluppate grazie all’esperienza del distretto della Pesca e dei distretti agroalimentari siciliani; a tal fine dal 7 al 10 maggio il Ministro Castaño tornerà in visita di lavoro in Sicilia per stabilire concretamente modalità e fasi della cooperazione.
«Stiamo esportando» ha dichiarato Giovanni Tumbiolo, «nel Mediterraneo, in Africa e nel Medio Oriente un modello di sviluppo, il Distretto Produttivo, ed un metodo: la “blue economy” che, con le sue implicazioni economiche, sociali, ambientali e di innovazione culturale, è uno strumento di dialogo, cooperazione e di pace».
Alla fine dell’incontro, il Presidente Obiang ha ribadito la volontà far partecipazione un’importante delegazione del Paese Africano alla seconda edizione di “Blue Sea Land”, l’expo delle eccellenze agroalimentari che si terrà ad ottobre in Sicilia.