Nuovo attentato al checkpoint ai confini di Gaza

60

EGITTO – El-Arish. 11/03/15. I militanti affiliati a ISIS hanno attaccato un checkpoint dell’esercito egiziano nel nord del Sinai, vicino al confine con Gaza questa mattina presto, uccidendo un ufficiale. L’attacco è stato rivendicato come per i due attacchi del giorno precedente da ISIS in Egitto.

I militanti hanno aperto il fuoco sul punto di controllo el-Baraham nei pressi della città di confine di Rafah, innescando una sparatoria che ha ucciso un 26enne, capitano, Ayman Hassan. A darne notizia il Daily Star testata libanese che ha citato fonti anonime della sicurezza egiziana. Nel frattempo, l’affiliato ISIS in Egitto – precedentemente conosciuto come Ansar al-Beit Maqdis – ha rivendicato la responsabilità per gli attacchi di martedì che hanno ucciso e ferito almeno 24 persone in Sinai. In uno degli attacchi, un attentatore suicida ha fatto una utilizzato come autobomba una cisterna d’acqua rubata imbottita di esplosivo fino al composto di polizia nella città di el-Arish. Il suo rifiuto di rallentare al cancello ha spinto la polizia a sparare contro il veicolo, scatenando gli esplosivi all’interno. L’Egitto sta combattendo la rivolta islamica nel nord del Sinai da anni, ma gli attacchi contro l’esercito e la polizia sono drammaticamente aumentati dal 2013 quando fu cacciato cacciata il presidente islamista Mohammad Morsi. L’esercito ha intrapreso una grande offensiva contro i militanti in Sinai – dove ha sede l’affiliato di ISIS in Egitto – e dichiarato lo stato di emergenza, con un coprifuoco al crepuscolo.