Shinzo Abe forse a Mosca in primavera

46

GIAPPONE – Tokio. Il primo Ministro giapponese Shinzo Abe sta valutando la possibilità di effettuare una visita ufficiale in Russia nel mese di aprile o maggio 2013 per discutere con il presidente russo Vladimir Putin di una controversia territoriale che risale alla fine della Seconda guerra mondiale.

I due si sono già sentiti oltre 20 minuti pewr telefono alla fine di dicembre, quando Putin aveva telefonato al premier nipponico per complimentassi dell’avvenuta rielezione e il tema delle isole è stato al centro del discorso. Abe invierà l’ex primo ministro Yoshiro Mori in Russia a febbraio come suo inviato speciale. Dopo questo primo contatto, Abe auspica di definire i dettagli per il suo primo viaggio ufficiale in Russia da quando è diventato nuovamente primo Ministro nel dicembre 2012. Mori, che è già in rapporti con Putin, porterà una lettera di Abe tesa a creare le basi per un vertice tra i leader. Le isole di Etorofu, Kunashiri e Shikotan, così come il piccolo arcipelago Habomai al largo di Hokkaido sono stati presi da parte dell’Unione Sovietica alla fine della seconda guerra mondiale il 15 agosto 1945. La disputa sulla sovranità ha impedito al Giappone di concludere un trattato di pace con la Russia, fino ad oggi. Il gruppo di isole al centro della controversia sono note come i Territori del Nord in Giappone e le Curili del Sud in Russia. Il precedente governo del Partito democratico del Giappone aveva cercato di organizzare un incontro con Putin per il gennaio 2013, ma sconfitto alle elezioni del 16 dicembre, è oggi partito di opposizione. Tra le prossime visite di Abe a gennaio e febbraio, sono in programma gli Stati Uniti e la Corea del sud. «Sarebbe meglio farla in un periodo lontano dai grandi eventi politici, al fine di discutere la questione in un ambiente tranquillo», spiega Abe che punta ad una riunione in primavera con Putin, proprio per questo motivo In Giappone, la prossima sessione parlamentare della Dieta di 150 giorni si concluderà nel mese di giugno prima delle elezioni di questa estate alla Camera dei Consiglieri, un appuntamento elettorale fondamentale in cui l’Ldp di Abe e il suo partner nella coalizione di governo, New Komeito, tenteranno di ottenere quella maggioranza che darebbe loro il controllo di entrambe le camere della Dieta. Il 28 dicembre 2012, nel corso di una conversazione telefonica con Putin, Abe ha accettato di riattivare consultazioni a livello operativo sulla firma di un trattato di pace e di fare in modo di visitare la Russia quest’anno. Quando era primo ministro tra il 2006 e il 2007, Abe ha incontrato Putin in diverse occasioni, tra cui il vertice G8. Il predecessore di Abe, Yoshihiko Noda, a margine del vertice del forum di cooperazione economica Asia-Pacifico svoltosi a Vladivostok a settembre 2012, si era accordato con Putin nel programmare una visita in Russia nel mese di dicembre 2012, poi annullata.