Shimal aumenta di potenza

43

AZERBAIJAN – Baku. 20/10/14. Il principale produttore di energia elettrica dell’Azerbaijan Azerenergy JSC a partire dal 1 semestre del 2015 metterà in funzione la seconda unità a ciclo combinato della centrale di Shimal. Fonte capo della Azerenergy JSC Etibar Pirverdiyev all’agenzia di stampa Trend.

La centrale Shimal gioca un ruolo importante nella alimentazione della penisola Absheron. «Il lavoro sulla costruzione di una nuova unità è in corso e sarà commissionato entro giugno 2015», ha detto Pirverdiyev. La nuova unità è in costruzione in conformità con l’accordo firmato con la società giapponese Toyo Engineering Corporation. La sua capacità sarà 409 megawatt. Pirverdiyev ha riferito che vi saranno oltre 10.000 chilometri di linee di alimentazione, più di 1.500 cabine, fino a otto piccole centrali idroelettriche tra quelle riparate e costruite in questi ultimi anni. «I lavori per la costruzione di piccole centrali idroelettriche è in corso e diverse di queste strutture sarà commissionato presto» ha detto. Attualmente, la centrale Shimal soddisfa un quarto della richiesta di potenza da Baku a Absheron. Una volta che la seconda unità viene messo in funzione, questa cifra raggiungerà il 35-40 per cento. Attualmente, la centrale Shimal è dotata di un’unità a ciclo combinato con la capacità di 400 megawatt. La capacità del sistema di alimentazione dell’Azerbaigian è aumentata del 40 per cento in 10 anni e ha colpito 7.100 megawatt, e permette di esportare circa 2.300 megawatt di elettricità. Attualmente, il potenziale di energia dell’Azerbaijan si basa su 14 centrali termiche e 10 centrali idroelettriche. L’Azerbaigian effettua scambio di potenza con la Georgia, l’Iran e la Russia.