Shell perfora gas scisto in Turchia

43

TURCHIA – Istanbul 15/11/2013. La Shell ha iniziato lo sviluppo di giacimenti di gas di scisto nella provincia turca di Diyarbakir.

A riportare l’annuncio dato dal direttore di Turkey Shell, Ahmet Erdem, il giornale Sabah. Secondo Erdem, oltre mille metri sono stati già perforati per lo sviluppo di giacimenti di gas di scisto nella sola provincia di Diyarbakir, al fine di ridurre la dipendenza dalle forniture estere. In precedenza il ministro dell’Energia e delle Risorse Naturali, Taner Yildiz, aveva detto che la Turchia è alla ricerca di partner locali e stranieri per l’esplorazione congiunta e lo sviluppo di giacimenti di gas di scisto nel paese «Abbiamo intenzione di continuare a lavorare sullo sviluppo di giacimenti di gas di scisto e siamo ansiosi di ricevere proposte da aziende locali e straniere per quanto riguarda la cooperazione in questo settore», ha detto Yildiz. L’Associazione turca dei Geologi Petroliferi ha annunciato che le riserve di gas di scisto in Turchia sono stimate in 1.800 miliardi di metri cubi, sufficienti per il paese per i prossimi 40 anni con un consumo annuo di materie prime pari a 45 miliardi di metri cubi. Le maggiori riserve si trovano principalmente nel sud-est della Turchia, nelle province di Edirne, Istanbul, Ankara e la costa del Mar Nero.