Sharif cerca di spezzare l’isolamento indiano

99

di Lucia Giannini  PAKISTAN – Islamabad 06/10/2016. Bielorussia e Pakistan hanno concordato di continuare a sostenersi reciprocamente in ambito internazionale. Questo è quanto si legge nella dichiarazione congiunta del presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko e del primo ministro del Pakistan Nawaz Sharif.

La dichiarazione, riporta l’agenzia Belta, va avanti affermando che: «Le parti, notando la somiglianza dei propri approcci ad importanti questioni internazionali e regionali, hanno riaffermato il loro impegno nei confronti delle norme del diritto internazionale, ai fini e ai principi della Carta delle Nazioni Unite, al rafforzamento del ruolo delle Nazioni Unite per affrontare tutte le complesse problematiche di mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, contrasto alle sfide e minacce moderne, come il terrorismo internazionale, la proliferazione delle armi di distruzione di massa, la produzione illegale e la vendita di droga, il traffico di esseri umani, disastri naturali e artificiali».

Dopo la riunione, si è convenuto di continuare la pratica di iniziative di sostegno reciproco e candidati per i due paesi nel Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali. Il presidente Lukashenko e il primo ministro Sharif hanno ribadito la volontà dei rispettivi paesi di approfondire i legami nelle politiche, commerciali, economiche, nelle sfere socio-umanitarie e altri. Alexander Lukashenko e Nawaz Sharif hanno poi firmato una serie di documenti relativi all’espansione della cooperazione nei settori dell’agricoltura, della cooperazione industriale, della lotta alla criminalità, dell’educazione, e della cooperazione bancaria, tra gli altri. Il Pakistan, così, cerca di arginare la politica indiana di isolamento internazionale di Islamabad, alla luce del recenti tensioni tra i due paesi nel Kashmir.