Assegnati i contratti per Shah Deniz

81

AZERBAIJAN – Baku 19/03/2014. I consorzi Shah Deniz e South Caucasus Pipeline hanno annunciato di voler assegnare i sei contratti chiave per lo sviluppo del Shah Deniz Fase 2 e l’espansione del South Caucasus Pipeline (Scpx) progetti, ha annunciato la Bp il 19 marzo .

I contratti, sia per i servizi di project management che di costruzione, seguono le decisioni finali di investimento annunciate il 17 dicembre 2013. L’assegnazione dei contratti rafforza la pianificazione per la consegna del progetto e completa i progressi compiuti su più aree di questo importante centro di sviluppo, riporta il documento Bp. Dall’inizio del 2014 una serie di importanti contratti della Fase 2 sono stati aggiudicati in seguito a tre importanti contratti già annunciati nel mese di dicembre 2013. Il primo, per la costruzione e la messa in sostegno delle strutture del progetto Scpx in Georgia, è stato assegnato alla joint venture Bechtel Enka che è composta da Bechtel International Inc. e Enka İnşaat ve Sanayi As. Il costo del contratto è di 528 milioni di dollari. Il contratto prevede la costruzione di una strada di accesso lunga 16 chilometri, due stazioni di compressione di 120 megawatt e una di riduzione della pressione nonché la stazione di misura. Il completamento è previsto nel 2018. Il secondo contratto, per la conduttura e le strutture di ingegneria e project management per il progetto Scpx è stato assegnato alla Chicago Bridge & Iron UK Limited (Cb&I). Il valore di questo contratto è di 174 milioni di dollari e il completamento e previsto per il 2018. Il contratto per la fase iniziale della conduttura sottomarina, della fase di ingegneria e dei servizi di gestione dei progetti, pari a 57 milioni di dollari, è stato assegnato alla Wood Group Kenny Limited (Wgk). Il contratto per l’ingegneria, l’approvvigionamento e la costruzione della piattaforma off-shore è stato assegnato ad Apply Emtunga. Il contratto, da 32 milioni di dollari, dovrebbe essere completato nel 2017. Montaggio e messa in servizio saranno effettuati presso i bacini di Bibi – Heybat vicino a Baku, dove opera morta delle piattaforme sarà costruita utilizzando risorse locali. Il contratto da 26 milioni di dollari per l’installazione delle strutture di perforazione e le condotte orizzontali previste per i cinque attraversamenti fluviali del progetto Scpx è stato assegnato alla DrillTec GmbH. Il completamento è previsto nel 2016. Il contratto per gallerie e installazione delle condotte in linea per i due attraversamenti fluviali del progetto Scpx (uno in Azerbaigian e uno in Georgia) è stato assegnato alla Csm Bessac . Questo contratto, da 24 milioni di dollari, dovrebbe essere completato completato nel 2017. Il contratto per lo sviluppo del giacimento offshore di Shah Deniz è stato firmato il 4 giugno 1996. I partecipanti all’accordo includono aziende come la Compagnia petrolifera di Stato della Repubblica di Azerbaigian, Socar, con una quota del 16,7 per cento, Bp (28,8 per cento), la norvegese Statoil (15,5 per cento), l’iraniana Nico (10 per cento), la francese Total (10 per cento), la russa Lukoil (10 per cento) e la turca Tpao (nove per cento). Le riserve del giacimento di Shah Deniz sono stimati in 1.200 miliardi di metri cubi di gas.