Cina e Corea del Sud più vicine?

95

CINA – Pechino 11/7/13. Il Capo delle operazioni navali della Marina Sudcoreana ha visitato la Cina per migliorare le relazioni con la controparte cinese e discutere della delicata questione della pesca illegale effettuata da navi cinesi nei pressi del conteso confine marittimo occidentale.

L’ammiraglio Choi Yoon-hee è in Cina dal 10 luglio per discutere di cooperazione militare tra i due paesi, come si legge nel comunicato della Difesa di Seul uscito il 10 luglio. Choi, invitato dalla Marina cinese, nell’ambito del cosiddetto “partenariato strategico”, istituito nel 2008, ha incontrato il suo omologo Wu Shengli, comandante in capo della Marina militare cinese, l’11 luglio a Pechino per discutere la questione della pesca illegale sul confine de factotra Corea del Nord e Cina nel Mar Giallo. La questione è diventata uno scontro diplomatico tra Corea del Sud e Cina, quando un pescatore cinese è stato ucciso durante un’operazione condotta dalla Guardia Costiera sudcoreana nell’ottobre 2012. A Qingdao (Shangai), inoltre, Choi, in un gesto senza precedenti, l’esercito cinese mostrerà un nuovo sottomarino convenzionale durante una visita alla base navale della Flotta cinese del Mare del Nord che avrà luogo il 12 luglio.  Sarà la prima volta che le Forze armate cinesi mostrano un sottomarino ad uno dei vertici operativi militare sudcoreani, ad indicare la crescente vicinanza tra i due paesi. Il sottomarino è un mezzo diesel “aggiornato”, messo in linea nel 1999. Choi proporrà una manovra navale congiunta annuale e un sistema comune di condivisione delle informazioni militari. Dopo l’incontro con Wu, Choi incontrerà con il ministro della Difesa cinese Chang Wanquan l’11 luglio per uno scambio di opinioni sulla sicurezza e la situazione militare nell’Asia nord-orientale.