Belgrado tra Mosca e Bruxelles

21

SERBIA – Belgrado 18/02/2016. La Serbia resta militarmente neutrale anche in caso di adesione all’Unione europea.

Il primo ministro Aleksandar Vucic ha detto l’ambasciatore russo Aleksandr Chepurin che la posizione ufficiale della Serbia è di rimanere un paese militarmente neutrale. Parlando durante il loro incontro il 18 febbraio a Belgrado, Vucic ha detto che accanto al conseguimento del suo obiettivo di politica estera di aderire all’Ue, la Serbia vuole preservare e migliorare la sua tradizionale amicizia e le buone relazioni con la Russia.
Secondo un comunicato del governo serbo, Vucic e Chepurin hanno concluso che le relazioni politiche tra i due paesi sono ad un livello elevato e riflettono la tradizionale amicizia i due popoli.

Chepurin ha detto che, come precedentemente concordato, il primo ministro russo Dmitry Medvedev intende visitare la Serbia su invito di Vucic, e che è stata determinata una data per la visita.

Il primo ministro della Serbia e l’ambasciatore russo »hanno convenuto che la visita è importante sia per la Serbia che per la Russia, e sarà l’occasione per prendere in considerazione tutto ciò che è stato fatto per migliorare la cooperazione economica e determinare nuove opportunità di business» riporta il comunicato, ripreso da B92.