Sensaku. Ultimatum di Tokyo a Pechino

33

GIAPPONE – Tokyo. Il governo nipponico ha chiesto ufficialmente che Pechino ritiri immediatamente le due motovedette cinesi che sono entrate nelle acque delle contese isole Senkaku (Diaoyu).

Il ritiro deve avvenire in tempi rapidissimi.

La protesta ufficiale è stata depositata presso l’ambasciata cinese in Giappone. Le navi cinesi solcano, infatti, le acque nelle immediate vicinanze delle isole Senkaku. Quando la guardia costiera giapponese ha chiesto loro di allontanarsi, gli equipaggi cinesi hanno risposto che le isole sono state territorio cinese da tempo immemorabile. Le navi cinesi sono presenti nelle acque antistanti le Senkaku dal settembre 2012, quando il governo del Giappone di fatto le ha nazionalizzate.