Somalia, Jubaland nel caos

45

SOMALIA – Mogadiscio. 10/11/14. Notizie contrastanti arrivano dalla Somalia in marito a una battaglia che si starebbe svolgendo sull’isola di Kunda Bmahazh della costa meridionale della provincia di Lower Juba, nel sud della Somalia.

L’isola era appena stata liberata dal governo somalo due settimane fa ed ora sarebbe ritornata in mano ai ribelli. Alcune testate riportano la notizia che il governo dopo aspre lotte avrebbe ripreso il controllo dell’isola finito in mano al movimento giovanile fedele ad al-Qaeda. L’isola ora godrebbe dell’amministrazione ad interim alla giurisdizione delle forze di Juba. Secondo le notizie pubblicate da Somalia oggi on line, il movimento giovanile ha lanciato un attacco armato sabato mattina sull’isola la battaglia è durata un paio d’ore. Dall’inizio della battaglia tra le forze regolari e ribelli non si hanno più comunicazioni dall’isola. Secondo Somalia oggi vi sarebbero almeno 20 morti uccisi dai combattenti per lo più da parte delle forze di Juba. Altre fonti in favore del movimento giovanile hanno riferito che centinaia di membri di Hamas oggi ha lanciato un attacco contro Kta Island, e hanno ucciso quasi 40 soldati da parte delle forze di Juba, e un gruppo di loro sono fuggite su una nave capovolta in mezzo al mare. Il governo di Juba non ha rilasciato dichiarazioni. Secondo Afrol news, non si hanno informazioni certe circa le perdite umane e materiali provocate dal confronto tra le due parti non confermato, anche se alcuni media locali hanno riferito che pesanti combattimenti con l’uso anche dell’artiglieria pesante.
Elementi del movimento giovanile fedele ad al-Qaeda è ancora in movimento nelle aree internazionali delle province di Medio Juba e Basso Juba e Jdhu che costituiscono lo stato di Jubaland somalo.