Sconti cinesi per l’export angolano

26

ANGOLA – La Cina ha concesso un sconto tariffario del 95 per cento all’export angolano, dopo la firma di una serie di nuovi accordi commerciali.

Fino a questo momento, l’export di Luanda era agevolato da un dazio pari al 65% rispetto alle normali tariffe imposte. Il petrolio è circa il 90 per cento dell’export angolano verso Pechino, oltre a diamanti, caffè, e pesce. La decisione di ridurre ulteriormente i dazi rientra negli accordi tra i due Paesi. Altri accordi riguardano la ristrutturazione e l’allargamento del Luanda General Hospital e la costruzione di centri agricoli di ricerca.

I rapporti con Pechino sono ripresi velocemente dopo il ritorno della pace nel Paese africano nell’aprile 2002. La Cina ha garantito all’Angola una linea di credito di diversi miliardi di dollari per ricostruire le infrastrutture distrutte dalla guerra civile.