Salta il vertice SAARC di Islamabad

36

di Tommaso dal Passo INDIA Nuova Delhi, 29/09/2016.  Grazie alla guerra lampo diplomatica lanciata da Nuova Delhi, il Pakistan è praticamente sempre più isolato. Afghanistan, Bangladesh e Bhutan si uniscono all’India nel boicottare il vertice annuale del South Asian Association for Regional Cooperation, Saarc, programmato per novembre 2016 a Islamabad.

«A causa dell’aumento del livello di violenza e terrorismo imposto sull’Afghanistan, il presidente dell’Afghanistan Mohammad Ashraf Ghani, come comandante in capo sarà molto impegnato, e non sarà in grado di partecipare al vertice» così si legge in un messaggio inviato alla presidenza Saarc nepalese, riportano fonti di Kabul riprese da Sarkaritel.

In un messaggio simile al Nepal, il Bangladesh afferma che: «L’interferenza crescente negli affari interni del Bangladesh da un paese ha creato un ambiente che non è favorevole per il XIX meeting  Saarc a Islamabad nel novembre 2016 (…) Il Bangladesh, come l’iniziatore del processo Saarc resta fermo nel suo impegno teso a favorire la cooperazione regionale e i collegamenti, ma ritiene che questi possano andare avanti solo in un ambiente più congeniale. In considerazione di quanto sopra, il Bangladesh non è in grado di partecipare al vertice proposto a Islamabad».

Nel suo messaggio al Nepal, il Bhutan, pur ribadendo il suo forte impegno per il processo Saarc e il rafforzamento della cooperazione regionale, ha osservato che «la preoccupazione del reale governo del Bhutan sulla recente escalation del terrorismo nella regione, ha seriamente compromesso l’ambiente per un corretto svolgimento del vertice Saarc a Islamabad nel novembre 2016  (…) Inoltre, il reale governo del Bhutan condivide le preoccupazioni di alcuni dei paesi membri della Saarc sul deterioramento della pace e della sicurezza nella regione a causa del terrorismo e si unisce a loro nel trasmettere la nostra incapacità di partecipare al vertice Saarc, nelle attuali circostanze», così recita il messaggio da Thimpu.

Lo Sri Lanka, prosegue Sarkaritel, ha detto che non avrebbe partecipato all’evento senza la partecipazione dell’India. Nuova Delhi aveva annunciato il 27 settembre che non avrebbe partecipato al vertice di Islamabad dopo l’attacco terroristico del 18 settembre, nel Kashmir.