Sale il salario minimo

46

CAMBOGIA – Phnom Penh. 05/08/14. I lavoratori della capitale cambogiana guadagnano meno di 120 dollari al mese vivono al di sotto della soglia di povertà, fonte Ministero della Pianificazione cambogiana.

In un seminario 17 settembre sul salario minimo nel settore industria e abbigliamento, il direttore nazionale dell’International Labour Organization della Cambogia, Tun Sophorn, ha spiegato i dati del Ministero della pianificazione.
«Centoventi dollari a Phnom Penh è la soglia di povertà [secondo il Ministero Planning]» ha detto Sophorn, aggiungendo che l’OIL sta ancora approfondendo i dati del ministero. A quanto pare il tutto ruota alla emissine del nuovo contratto collettivo nazionale che deve stabilire il salario minimo per i lavoratori del settore tessile.

Attualemente questoi guadagnano 100 dollari al mese, venti sotto la soglia minima di povertà. I lavoratori però protestano perché il settore abbigliamento porta alla Cambogia milioni di dollari. Oltre l’80 per cento del totale delle esportazioni della Cambogia.

Il Garment Manufacturers Association in Cambogia (GMAC) ha detto che può permettersi di pagare un salario minimo di 110 dollari al mese. Ma il segretario della GMAC, Ken Loo, ieri ha detto che in aggiunta ai 110 dollari si può prevedere un bonus di 10 dollari e un mezzo di trasporto e l’alloggiamento per un bonus di altri 7dollari, portando così il salario a 127 dollari al mese.