Donna suicida compie attentato Volgograd

34

RUSSIA – Mosca. 21/10/13. Secondo l’agenzia di stampa ITAR-Tass il numero delle persone ferite nell’attentato terroristico a Volgograd è salito a 32, l’agenzia ha citato fonti del rappresentante ufficiale del comitato investigativo della Federazione russa Vladimir Markin.

«Secondo i dati ottenuti dagli ospedali di Volgograd 32 persone sono state ricoverate in ospedale, uno di loro è un bambino. Otto delle vittime sono in condizioni critiche» , – ha detto Markin.
Come riportato Per yuga.ru 21 ottobre alle ore 14:00 a Volgograd, è avvenuta un’esplosione in un autobus LiAZ. Secondo l’FSB, ora il bilancio delle vittime è salito a 10. Ufficialmente il Ministero delle Situazioni di Emergenza e il TFR riferisce che il bilancio delle vittime è di 5 persone. Il Ministero ha fatto sapere che la bomba sul bus era guidato da un attentatore suicida femminile, Naida Asiyalova, che era la moglie di Dmitry Sokolov, commando russo Dolgoprudniy. La donna si suppone avesse un tumore alle ossa attualmente è stato avviato un procedimento penale ai sensi dell’articolo 205 (attacco), 105 (omicidio), 222 (armi illegali) del codice penale. Le famiglia della donna attentatrice dovrà pagare per le persone uccise 1 milione di rubli. 400 mila rubli spetteranno alle autorità regione di Volgograd che dichiarato dichiarato tre giorni di lutto per i morti.