Russia-USA, a rischio i trattati sul nucleare

39

RUSSIA – Mosca. 08/03/14. Congelamento dei rapporti tra Russia e USA. A quanto pare il Ministero della Difesa russo sta lavorando sulle squadre di ispezione sospensione di ricezione all’interno obbligatorio in base ai sensi del trattato START e al Documento del Vienna 2011.

Secondo la testata RBC una fonte militare avrebbe riferito che «siamo pronti a dare una risposta alle dichiarazioni del Pentagono in merito alla sospendere la cooperazione tra i ministeri della difesa della Russia e degli Stati Uniti». «Poiché tali ispezioni sono una misura della fiducia, le condizioni delle ispezioni vanno dichiarate» in maniera da verificare la conformità dei contatti bilaterali.

Secondo la fonte RBC, la critica degli Stati Uniti e della NATO contro la Russia e la sua politica in Ucraina sono considerati dal Ministro della difesa come:«Un gesto ostile e permettono di dichiarare la causa di forza maggiore». In relazione alla situazione in Ucraina e azioni della Russia in Crimea, gli Stati Uniti e la NATO hanno già annunciato di voler congelare la cooperazione militare con la Russia. Ricordiamo che secondo l’accordo tra Russia e Stati Uniti, le parti svolgono le ispezioni reciproche di siti in cui vi sono elementi delle forze nucleari strategiche. Il Trattato Start -III è stato firmato da Russia e Stati Uniti a Praga nel 2010. In base all’accordo, che avrebbe dovuto durare 10 anni, le due parti dovrebbero ridurre le testate nucleari a 1.550 , ed intercontinentali sottomarini con missili balistici e bombardieri pesanti a 700 unità . Secondo il contratto, visite ispettive sono uno strumento fondamentale per l’esecuzione controllo reciproco del contratto. Le ispezioni vengono effettuate nelle zone di missili strategici e di caricare le gamme di prova.