Hacker russi contro l’Ucraina il 23 dicembre?

17

RUSSIA – Mosca 06/01/2015. Hacker provenienti dalla Russia avrebbero effettuato l’attacco informatico che disabilitato Prykarpattyaoblenergo e ha lasciato senza luce la zona occidentale dell’Ucraina e la capitale.

Secondo quanto riporta il quotidiano Rbk, l’accusa proviene direttamente da Washington che però non ha commentato l’incidente, dal momento che le agenzie di intelligence stanno attualmente analizzando l’accaduto. A parlare sono stati analisti di grandi imprese della sicurezza It. Società come iSight, Trend Micro e Eset hanno detto che per l’attacco del 23 dicembre è stato utilizzato un software denominato BlackEnergy che consente, una volta posizionato nelle reti informatiche, di modificare o cancellare i dati. Gli esperti non hanno ancora stabilito quale sia lo scopo perseguito dagli hacker. Secondo Kaspersky Lab negli ultimi quattro anni, il danno dalle azioni di hacker russi, è stato di 79o milioni di dollari, per la maggior parte al di fuori dell’ex Unione Sovietica. Inoltre secondo la Reuters, inoltre, negli ultimi anni, BlackEnergy è stato usato dal gruppo russo Sandworm.
L’ucraina Prykarpattyaoblenergo ha denunciato interruzioni di corrente nella regione di Ivano-Frankivsk, il 23 dicembre a causa d’interferenze non autorizzate nel monitoraggio e controllo degli impianti energetici. Il 28 dicembre servizio di sicurezza dell’Ucraina, Sbu, ha accusato la Russia dell’attacco e Mosca non ha commentato.