Turismo di guerra

20

RUSSIA – Mosca 19/12/2015. Dal 2016 potrebbero iniziare i viaggi turistici sul fronte siriano. La Megapolis, società turistica russa, ha annunciato il progetto che prevede anche visite in prima linea nella lotta contro il terrorismo e contro Daesh.

La società avrebbe già chiesto la registrazione del marchio per i tour: Assad Tour. Assad Tour è già stata presentata, riporta Rt, all’Agenzia russa per Brevetti e Marchi (Rospatent); per i rappresentanti di Megapolis, le visite guidate saranno destinati a individui o piccoli gruppi di turisti, con una durata compresa tra i quattro e i cinque giorni con un costo di 500 dollari. I viaggi partirebbero da Mosca.
La società avrebbe già contattato l’ambasciata siriana in Russia e i ministeri competenti in materia, mentre sarebbero in corso trattative con alberghi e aziende di trasporto in Siria. L’Agenzia federale russa del turismo (Rosturizm) non avrebbe ricevuto alcuna richiesta in tal senso, riporta Interfax.
L’invio di turisti in zone di conflitto va contro la legge russa, in quanto la società non può garantirne la sicurezza, prosegue Interfax.

CONDIVIDI
Articolo precedentePiù BRIC nel FMI
Articolo successivoTeheran nel WTO