Al via Turkish Stream

30

TURCHIA – Ankara 05/02/2015. Turchia e Russia stanno implementando l’attuazione tecnica del progetto Turkish Stream.

Secondo l’agenzia Anadolu, che riporta le parole del ministro turco dell’Energia e delle Risorse Naturali Taner Yildiz, il 6 febbraio, i rappresentanti di Gazprom russa e Botas inizierebbero la fase di realizzazione tecnica del gasdotto il 7 febbraio. La Russia aveva annunciato la chiusura del South Stream ai primi di dicembre 2014 a causa della posizione non costruttiva dell’Unione europea. Invece del South Stream, Mosca ha deciso di costruirne un altro verso la Turchia e di creare un hub del gas al suo confine con la Grecia per i consumatori dell’Europa meridionale. Gazprom e Botas hanno già definito il percorso del nuovo gasdotto: 660 km del vecchio South Stream e 250 chilometri del nuovo corridoio in direzione della parte europea della Turchia. Un accordo intergovernativo sul gasdotto verranno firmati nel secondo quadrimestre del 2015 per fornire gas dal dicembre 2016. Il Turkish stream si unisce ai progetti azeri Tana e Tap che porteranno il gas del giacimento di Shah Deniz. Tutti questi progetti fanno parte del corridoio meridionale del gas che consentirà all’Europa di diversificare le fonti di approvvigionamento di idrocarburi e rafforzare la sicurezza energetica.