Mosca d’accordo con Teheran e Baghdad contro DAASH

10

RUSSIA – Mosca 07/10/2015. La traiettoria dei missili russi sparati dalla Flottiglia del Caspio sullo Stato Islamico in Siria era stata concordata con Iraq e Iran.

Lo ha detto ai giornalisti l’addetto stampa del presidente Putin, Dmitry Peskov. Peskov, riporta Ria Novosti, ha mostrato in un video della Difesa russa il lancio dei missili.
Il video, pubblicato su YouTube, mostra un attacco missilistico lanciato dalle navi della Flotilla del Caspio sulle infrastrutture Daash in Siria. Obiettivi dei missili da crociera erano centri di comando dello Stato islamico e impianti per la produzione di bombe e di esplosivi. Secondo il ministero della Difesa di Mosca, gli aerei russi hanno colpito in modo significativo gestione e logistica dei militanti Daash, così come hanno inflitto pesanti danni alle sue infrastrutture militari.
Gli obiettivi degli attacchi sono selezionati sulla base di intelligence russa e siriana, inclusi la ricognizione aerea. Secondo la Difesa russa, poi, la flotta aerea russa può colpire Daash su tutto il territorio della Siria, con «certezza assoluta».