Nasce lo SWIFT russo

86

RUSSIA – Mosca 14/02/2015. Quasi 91 istituti di credito russi sono stati integrati nel nuovo sistema finanziario russo, l’analogo dello Swift, rete bancaria internazionale.

Il nuovo servizio, consentirà alle banche russe di comunicare in modo trasparente attraverso la Banca Centrale di Russia. Va notato che la Banca Centrale della Russia ha avviato lo sviluppo del proprio sistema interno in risposta alle minacce espresse dai partner occidentali di scollegare la Russia dallo Swift. Swift (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication) è un’organizzazione internazionale con sede in Belgio, che offre servizi e un ambiente standardizzato per comunicazioni bancarie globale che permettano agli istituti finanziari di inviare e ricevere messaggi sulle loro operazioni. Dall’adesione al sistema interbancario globale nel 1989, la Russia è diventata uno degli utenti più attivi di Swift a livello globale. In generale, Swift fornisce una rete di comunicazione sicura per più di 10mila istituzioni finanziarie di tutto il mondo, approvando transazioni per trilioni di dollari Usa. All’inizio di questo mese il vice primo ministro russo Igor Shuvalov ha espresso fiducia sul fatto che la Russia non sarebbe stata scollegata dalla Swift. Inoltre, il Primo vicepresidente russo della Banca Centralem Ksenia Yudaeva, aveva invitato cittadini e istituzioni russe a non drammatizzare la situazione attuale. Esperti russi sottolineano il fatto che le imprese occidentali dovrebbero affrontare gravi perdite se Mosca venisse espulsa dal sistema internazionale Swift. D’altra parte, il sistema alternativo lanciato dalla Russia potrebbe ridurre gli impatti negativi causati dalle misure imposte dall’Occidente, compresa l’eventuale disconnessione da Swift e diminuire il dominio finanziario occidentale sulla Russia.