Logistica e supporto russo per il Sudamerica

64

RUSSIA – Mosca 16/02/2015. Il vice ministro russo della Difesa Anatoly Antonov detto il 15 febbraio che Mosca non ha intenzione di stabilire basi militari in America Latina, anche se ha ammesso che il suo governo sta studiando la possibilità di creare «punti di rifornimento e supporto tecnico» in alcuni paesi della regione.

«Con alcuni stati, stiamo studiando la possibilità di istituire punti di rifornimento e di assistenza tecnica. Voglio sottolineare che in nessun caso è in discussione la creazione di basi», ha detto Antonov in un’intervista con l’agenzia di stampa Interfax. Simili questioni, ha aggiunto Antonov, sono state affrontate durante la visita, effettuata la settimana scorsa, dal ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, in Venezuela, Nicaragua e Cuba. Antonov ha detto che la scopo di simili punti sarebbe quello di fornire il supporto (in termini di riparazioni in baci di carenaggio e ospitalità per i membri dell’equipaggio) per le navi russe coinvolte in missioni a lunga distanza. Il vice ministro ha poi detto che il viaggio di Shoigu, in tre nazioni latinoamericane con governi di sinistra non era straordinaria e non era legata all’attuale situazione internazionale. «Voglio sottolineare che queste visite erano programmate da tempo… Non sono il risultato delle sanzioni europee e statunitensi», ha detto il vice ministro, alludendo alle sanzioni imposte alla Russia per la crisi ucraina. Antonov ha aggiunto che l’interesse della Russia per l’America Latina non è nuovo ed è parte della sua politica di rafforzamento della sicurezza regionale e serve ad aiutare i paesi a migliorare la preparazione delle loro forze armate.