RUSSIA. Steven Seagal proconsole di Putin

447

L’attore, uomo d’affari e rappresentante speciale del ministero degli Affari esteri per le relazioni umanitarie russo-americane, Stephen Seagal, ha dichiarato che vorrebbe diventare il governatore di Primorye: «Con piacere, rappresento gli interessi del presidente Putin», ha detto l’attore dopo che gli era stato chiesto se volesse guidare la regione russa, riporta Ria Novosti.

Seagal, che ha ricevuto la cittadinanza russa nel novembre 2016, ha detto che i suoi antenati paterni venivano proprio da quella regione russa. L’attore americano arrivato a Vladivostok nell’ambito del festival internazionale del cinema dei paesi del Pacifico, avrebbe così manifestato la sua intenzione.

La Commissione elettorale di Primorye, la scorsa settimana, su raccomandazione del Cec, cioè della Commissione elettorale centrale, della Russia, ha dichiarato invalidi i risultati delle elezioni per il governatore della regione. Il governatore uscente Andrei Tarasenko ha detto che crede che la decisione di cancellare i risultati elettorali sia corretta. 

La data delle prossime elezioni nella regione non è stata ancora nominata, ma si prevede che i deputati possano approvarla fino a metà ottobre, di modo che il nuovo voto si dovrebbe tenere  nel mese di dicembre.

I funzionari elettorali hanno infatti ammesso che il ballottaggio è stato inficiato da «gravi violazioni»; questo ballottaggio è stato uno dei tre che questo mese non è riuscito ad ottenere una vittoria per il partito di Putin, Russia Unita, riporta Afp.

Seagal, i cui film d’azione erano popolari nell’ex Unione Sovietica, dopo aver affermato di avere antenati nelle porzioni orientali della Russia, ha detto a un pubblico del festival del cinema che vorrebbe servire come governatore della regione: «Voglio studiare il Primorsky Krai, per capirlo meglio e voglio diventare il suo governatore», ha detto Seagal, secondo Interfax.

Anna Lotti