Mosca potenzia la Flotta del Mar Nero

70

RUSSIA – Mosca 25/08/2014. Un altro sottomarino diesel-elettrico classe Varshavyanka, costruito per la Flotta del Mar Nero con base in Crimea, sarà varato il 28 agosto.

Lo ha annunciato il ministero della difesa russo il 25 agosto. «Il terzo della serie di sei sottomarini diesel-elettrici classe Varshavyanka sarà varato nei Cantieri dell’Ammiragliato di San Pietroburgo il 28 agosto», recita il comunicato ufficiale.
I sei sottomarini devono essere costruiti prima del 2016, secondo i piani dello stato maggiore generale della marina russa e diventeranno parte delle forze sottomarine della Flotta del Mar Nero. La consegna di questi sottomarini, soprannominato dalla Us Navy “Sea black home”, perché sono quasi impercettibili in immersione, è un elemento chiave della strategia navale della Russia nel Mediterraneo, in cui Mosca ha recentemente implementato una task force permanente composta da 10 navi di superficie.
Il Varshavyanka (Progetto 636.3) è una versione migliorata di sottomarini classe Kilo e dispone di tecnologia stealth avanzate, una estesa gamma di armi e la capacità di colpire obiettivi terrestri, di superficie e subacquei. I sottomarini sono destinati principalmente a missioni di contrasto e anti-som in acque relativamente poco profonde.
I vascelli, che hanno un equipaggio di 52 uomini, hanno una velocità subacquea superiore ai 20 nodi e un’autonomia di 400 miglia (con propulsione elettrica), con la possibilità di pattugliare per 45 giorni. I sottomarini sono armati con 18 siluri e otto missili terra-aria. Il primo della serie di questi sottomarini, il Novorossiisk, è stato messo in servizio il 22 agosto. La costruzione del Novorossiisk era iniziata nell’agosto 2010, seguita poi dal Rostov sul Don nel novembre 2011, dallo Stary Oskol in agosto 2012, e dal Krasnodar nel febbraio 2014.
La Flotta russa del Mar Nero non aveva ricevuto nuovi sottomarini per decenni e attualmente è operativo solo l’Alrosa, classe Kilo, in servizio dal 1990.