RUSSIA. Smantellata cellula DAESH in Daghestan

56

di Antonio Albanese RUSSIA – Mosca 02/01/2017. Il Fsb russo, in Daghestan ha arrestato sette mujahidin dello Stato islamico alla fine di dicembre. Secondo gli investigatori, i sette stavano progettando attacchi a Mosca, dietro le indicazioni del ramo Daesh che si trova in Siria, riporta Ria Novosti. Durante gli arresti sono state sequestrate armi da fuoco, granate e munizioni. Inoltre, le forze di sicurezza hanno trovato i componenti per fabbricare un Ied.
Ria Novosti riporta poi il parere degli organi di sicurezza del Daghestan secondo cui gli arrestati avrebbero voluto organizzare attacchi durante le vacanze di Natale, e sarebbero stati reclutati da Daesh su internet.
A metà dicembre il Fsb a Mosca aveva arrestato quattro militanti, che stavano preparando attentati nella capitale. Secondo gli investigatori, avevano ricevuto ordini dall’emissario Daesh, ricercato a livello internazionale dietro mandato delle autorità del Tagikistan ed oggi in Turchia. Anche stavolta, durante l’operazione furono sequestrate bombe e armi.