Incrementata la flotta russa del Mediteraneo

48

RUSSIA – Mosca 03/09/2013. Un nuovo gruppo di navi della flotta russa del Mar Nero si unirà alla task force russa mediterranea in pochi giorni.

Conferma la notizia il Ministero della Difesa russo il 4 settembre. La task force comprende attualmente navi provenienti dal Pacifico del Nord, dal Mar Baltico e dalla flotta del Mar Nero: il cacciatorpediniere Ammiraglio Panteleyev, le navi anfibio da sbarco Ammiraglio Nevelsky e Alexander Shabalin, la fregata Neustrashimy, e un imprecisato numero di mezzi di supporto e navi ausiliarie.

Il nuovo gruppo comprende le navi anfibie da sbarco Novočerkassk e Minsk e  Priazovye,piattaforma per l’intelligence elettronica. Le navi si uniranno alla task force corrente non appena passeranno attraverso gli stretti del Bosforo e dei Dardanelli, cioè il 5 o il 6 settembre Inoltre l’incrociatore lanciamissili Moskva, classe Slava, attualmente nell’Atlantico, arriverà nel Mediterraneo il 17 settembre, il comando operativo sarà quindi trasferito dalla Panteleyev alla Moskva .

Due corvette lanciamissili, Shtil e Ivanovets (rispettivamente classe Nanuchka 3 e Tarantul) arriveranno in zona il 29 settembre, ha aggiunto lo Stato maggiore russo. Dovrebbero essere inviate anche altre due navi da guerra della flotta del Mar Nero,  la fregata Smetlivy, classe Kashin e la nave anfibia Nikolai Filchenkov, classe Alligator. Le flotte flotte russe nel Mediterraneo sono in una rotazione di routine,  un processo pianificato all’inizio dell’anno, fa sapere la Difesa russa. A giugo 2013, la Russia ha evacuato la propia base navale di Tartus, in Siria, che ora è ospitata a Cipro.