Mistral autarchiche made in Russia

51

RUSSIA – Mosca 22/05/2015. La Russia possiede la tecnologia necessaria per costruire portaelicotteri simili alle Mistral francesi.

Secondo il consigliere presidenziale russo Vladimir Kozhin, ripreso da Sputnik, «Abbiamo questa capacità, senza problemi. Se ne avessimo estremamente bisogno, costruiremo questa nave. Ora tutto sta cambiando rapidamente, e per noi la consegna delle Mistral non è così importante. Se non saranno consegnate, il nostro potenziale di difesa non diminuirà bruscamente».
Il presidente russo Vladimir Putin ha detto durante l’annuale question time alla Duma, ad aprile, che il rifiuto di fornire le Mistral non ha toccato le capacità di difesa russa, aggiungendo che «il contratto era prima di tutto teso a sostenere i nostri partner francesi e assicurando loro che i loro cantieri navali fossero occupati».
Russia e Francia avevano firmato un accordo da 1,3 miliardi di dollari per due navi classe Mistral nel 2011. La consegna della prima nave era prevista per novembre 2014, ma il presidente francese Francois Hollande aveva sospeso la consegna per la questione ucraina, sollevando le proteste del Cremlino.
I costi di manutenzione per le due navi costeranno, riporta Sputnik, ai contribuenti francesi 5 milioni di euro al mese. All’inizio di maggio, il russo Kommersant riportava che Parigi aveva proposto di risolvere il contratto, offrendosi di pagare circa 785 milioni di euro, a condizione che la Russia consentisse alla Francia di vendere le navi a terzi. Mosca avrebbe negato l’offerta, visto che le spese complessive assommano a 1,163 miliardi di euro.