RUSSIA. Putin invita gli americani a rispettare Trump

103

Il Presidente russo Vladimir Putin ha invitato gli americani a mostrare maggiore rispetto per il loro presidente, rispondendo ad una domanda postagli al Valdai International Discussion Club a Sochi.

Nelle sue osservazioni, Putin ha definito la mancanza di rispetto da parte degli americani per il Presidente Trump una caratteristica “negativa” del sistema democratico americano, riporta The Hill.

«All’interno del paese, gli si manca di rispetto. Si tratta di una componente negativa e deplorevole del sistema politico statunitense», ha dichiarato Putin. Il presidente russo ha continuato dicendo che «si può discutere, ma non si può mostrare mancanza di rispetto, né a lui come persona, e neanche a quelle persone che hanno votato per lui (…) Donald Trump è stato eletto dal popolo americano. E almeno per questo motivo, è necessario mostrargli rispetto, anche se non siete d’accordo con alcune delle sue posizioni».

Il leader russo ha detto al suo pubblico che coloro che salgono al più alto ufficio negli Stati Uniti possiedono un “certo talento” che permette loro di sopravvivere al processo politico devastante degli Stati Uniti d’America.

«Credo che il presidente degli Stati Uniti non abbia bisogno di alcun consiglio, perché per essere eletto è necessario possedere un certo talento e superare questo processo, anche senza avere l’esperienza di un incarico amministrativo così grande. Lui ha fatto questo (…) Ha vinto onestamente».

Le relazioni tra gli Stati Uniti e la Russia sono tese di fronte alle accuse di ingerenza elettorale russa durante le elezioni presidenziali del 2016.

Le parole di Putin su Trump sono state pronunciate lo stesso giorno in cui alle Nazioni Unite, l’ambasciatore Usa Nikki Haley ha accusato il governo russo di fare “guerra” agli Stati Uniti: «Quando un paese può interferire nelle elezioni di un altro paese, questa è guerra (…) È proprio così, perché Mosca sta facendo in modo che la democrazia si allontani da ciò che il popolo vuole grazie alla disinformazione», ha detto Haley al George W. Bush Institute.

Graziella Giangiulio