RUSSIA. Putin firmerà accordi storici in vista con re Salman 

48

Alla luce dei preparativi per la prevista visita del presidente russo Vladimir Putin in Arabia Saudita in ottobre, il Ceo del Russian Direct Investment Fund, Rdif, Kirill Dmitriev ha detto che la visita sarebbe stata “storica”. Dmitriev ha dichiarato al canale televisivo Rossiya-24, a margine della settimana dell’energia russa, che la visita sarà testimone della firma di un gran numero di accordi tra i due paesi.

Questo riflette il ruolo crescente della Russia in Medio Oriente, come la cooperazione tra le aziende saudito-russe ha visto una spinta di recente, ha aggiunto, riporta Asharq al Aswat. «Abbiamo fatto investimenti con i nostri partner sauditi per oltre 2,7 miliardi di dollari», ha detto Dmitriev, affermando che si tratta di investimenti significativi al servizio dei progetti nazionali in Russia.

Ha aggiunto che la forza dei rapporti commerciali bilaterali è una testimonianza del successo della visita del Custode delle Due Sante Moschee Re Salman bin Abdulaziz a Mosca nel 2017. I due Paesi hanno avuto un ruolo chiave anche nella formulazione dell’accordo Opec+ sul taglio della produzione petrolifera, che ha controllato le forti fluttuazioni del mercato. L’accordo, inoltre, ha migliorato l’economia russa fornendo un reddito aggiuntivo.

«Il bilancio russo ha ricevuto più di 100 miliardi di dollari da questa operazione. È particolarmente importante ora che la volatilità del mercato continua», ha detto Dmitriev. Il ministro russo dell’Energia Alexander Novak aveva dichiarato il 2 ottobre che un totale di 30 accordi e MoU saranno firmati tra l’Arabia Saudita e la Russia durante la visita.

Secondo Bloomberg, Novak non ha specificato il numero totale di accordi in materia di energia. Fonti saudite e russe hanno sottolineato che la visita si concentrerà sui legami bilaterali e sulla situazione in Siria, Yemen e nel Golfo. Nel corso degli ultimi anni, i legami sauditi-russi hanno registrato progressi positivi.

Anna Lotti