Privatizzazioni alla russa

10

RUSSIA – Mosca 03/02/2016. Aria di privatizzazioni in Russia, dai diamanti alle ferrovie.

Le probabilità più alte riguardano aziende già in odore di privatizzazione, tra cui “Rosneft”, “Bashneft”, “Alrosa” e altre, ha detto il ministro per lo Sviluppo Economico Alexei Ulyukayev (nella foto) ripreso da rosbalt.ru. «Si tratta di aziende che sono già nel piano di privatizzazioni. Si tratta di una società per azioni quotata sul mercato e, quindi, tecnicamente e legalmente al meglio e più nota agli investitori. Queste aziende saranno solo le prime», ha detto Ulyukayev.
Il ministro ha anche detto che l’elenco definitivo delle aziende che saranno privatizzate non è stato ancora compilato.

In precedenza, Ulyukayev aveva detto che se necessario sarebbe sta rinviare per cercare le migliori condizioni possibili sul mercato e non c’era fretta di “vendere” nel breve periodo. Il presidente russo Vladimir Putin ha tenuto una riunione sulla privatizzazione, pochi giorni fa. In essa ha dichiarato che la Russia non deve perdere il controllo sulle imprese strategiche derivanti dalla vendita di beni dello Stato: «Sottolineo la necessità che ci sia sempre una partecipazione di controllo nella struttura principale delle imprese di proprietà statale», ha detto il presidente russo.

Alla riunione hanno partecipato il capo della Alrosa, Rossijskie železnye dorogi (Rzd), Bashneft, Vtb, Aeroflot, Rosneft e Sovcomflot. La vendita del 25% di Sovcomflot già preventivata nel 2016 si aggira intorno ai 12 miliardi di rubli.