Abu Mazen a Mosca

60

RUSSIA – Mosca 24/11/2013. Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha annunciato, il 22 novembre, di voler visitare la Russia prima della fine dell’anno per discutere del processo di pace in Medio Oriente.

In un’intervista andata inonda sulla radio Golos Rossii (Voce della Russia), Abbas ha detto che la Russia svolge un ruolo importante in Medio Oriente e potrebbe giocare un «grande e importante ruolo» nei colloqui di pace tra israeliani e palestinesi. «La Russia è un nostro vecchio amico, e non nascondiamo nulla dai nostri amici. Al contrario, vogliamo informare la leadership russa di come stanno andando avanti i colloqui sono in corso», ha detto Abbas. Il leader palestinese ha aggiunto che discuterà anche della riconciliazione tra i palestinesi, e della partecipazione della Russia come mediatore nel processo visto il ruolo attivo di Mosca in Egitto. Mosca ha recentemente rafforzato i suoi legami con l’Egitto che potrebbero significare un ritorno prepotente sulla scena mediorientale, mentre la diplomazia statunitense sta fallendo nel suo operato nella regione. Abbas ha anche detto che i palestinesi chiederanno un’inchiesta internazionale sulla morte del leader palestinese Yasser Arafat: «Crediamo sia giunto il momento di chiedere questa indagine internazionale, e noi chiederemo aiuto alla Russia». All’inizio di questo mese, uno studio svizzero ha trovato prove di polonio in resti di Arafat , ma ha detto che l’isotopo radioattivo non è stato rilevato in quantità abbastanza sufficiente per concludere definitivamente fu avvelenato. Abbas ha detto che l’inchiesta internazionale era stato chiesta nei colloqui con gli Stati Uniti ma «nessuna risposta è ancora pervenuta». Arafat, Premio Nobel per la Pace, è morto all’età di 75 anni in un ospedale militare vicino a Parigi nel novembre 2004. Il comitato palestinese che indaga sulla sua morte ha detto che Israele è «l’unico indagato». Le autorità israeliane hanno sempre respinto con forza le voci di un suo coinvolgimento. Si discuterà anche dela guerra civile siriana: «Siamo certi che l’unica soluzione possibile per la Siria siano colloqui di pace tra tutte le parti. Questa è l’unica via d’uscita», ha detto Abbas.