Reciproca indisponibilità al dialogo tra Russia e Occidente

10

RUSSIA – Mosca 04/08/2016. La Russia è aperta a migliorare le relazioni con l’Occidente, ma non farà cambiamenti politici interni al fine di compiacere potenze straniere.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov è stato molto chiaro: «Il presidente Putin ha più volte mostrato e per lungo tempo che la Russia è pronta a migliorare i rapporti con l’Occidente, la Russia cerca rapporti buoni e costruttivi con l’Occidente, laddove le preoccupazioni e gli interessi reciproci sono presi in considerazione» ha Peskov ha detto ai giornalisti, ripreso da Sputnik, commentando le notizie secondo cui la Russia potrebbe fare un rimpasto di governo dopo le prossime elezioni, proprio per migliorare le relazioni. «La Russia non ha alcuna intenzione di cambiare qualcosa a livello nazionale per far piacere a qualcuno fuori», ha sottolineato. Secondo il portavoce del Cremlino, le relazioni tra la Russia e l’Occidente soffrono per le accuse reciproche derivanti da una mancanza di fiducia e di mancanza di volontà di impegnarsi nel dialogo. «È un processo assolutamente reciproco. In Russia, anche, diversi analisti politici e personaggi pubblici stanno costantemente accusando l’Occidente di ingerenza negli affari interni della Russia, cercando di influenzare i nostri processi elettorali, mettendo in pericolo la nostra sicurezza nazionale. E l’Occidente non è in grado di ci convincerci del contrario», ha proseguito Peskov; «Purtroppo, la cosa è reciproca. La ragione di questo status è una catastrofica mancanza di fiducia e una mancanza di volontà. Un’indisponibilità corrente, potremmo definirla, a impegnarsi in un dialogo costruttivo Ci aspettiamo che prima o poi ci sia la volontà politica di cambiare la situazione», ha aggiunto.